Consigli su come scegliere il nome a dominio

Vogliamo condividere con te, sulla base della nostra esperienza, cosa faremmo per avviare un progetto online da zero e quindi partire col piede giusto. Considera che più del 60% di chi vuole imparare a costruirsi un sito web abbandona il progetto perché parte in quinta concentrandosi più sulla tecnologia e meno sulla strategia.

Prima di partire non devi preoccuparti della tecnologia, quindi su come costruire e personalizzare WordPress, ma devi concentrarti a studiare una strategia che ti permette di raggiungere più facilmente gli obiettivi prefissati.

Quindi prima di acquistare un dominio e uno spazio web chiediti se realmente sei interessato ad intraprendere questo percorso. Se sei indeciso ti consigliamo di fare esperienza registrando gratuitamente un dominio sulla piattaforma WordPress.com.

Se invece sei convinto e hai le idee chiare sul tuo progetto questi sono alcuni consigli sulla scelta del nome a dominio. Brevemente, con una metafora, possiamo definire il dominio come l’indirizzo mentre l’hosting come la casa in cui vengono fisicamente conservati i file di WordPress. Se possiedi già un dominio puoi evitare tranquillamente di leggere questo paragrafo e passare a quelli successivi.

Le direzioni che potresti prendere quando scegli un nome a dominio sono tre, scegliere un nome personale, un nome descrittivo oppure andare su un nome creativo. Queste cose non prenderle come oro colato ma sono dei semplici consigli.

Per nome personale si intende registrare un sito web con il nome e cognome, ad esempio: www.mariorossi.it, www.beppegaribaldi.it, insomma il tuo nome e cognome ci siamo capiti. Se usi il tuo nome e cognome darai più importanza al tuo personal brand, quindi se sei ad esempio un artista, un avvocato, un libero professionista registrare nomecognome.it o .com è una scelta che ti consigliamo in quanto aumenti il tuo prestigio. Il nome a dominio può essere anche descrittivo in cui indichi subito di cosa ti occupi.

impararewp.it, imparareaprogrammare.it, casevacanze.it, ecc. sono dei nomi che comunicano subito cosa trattano. Sono nomi meno personali ma più funzionali e si rivolgono ad un pubblico preciso. Un’altra caratteristica del nome descrittivo è che contiene al suo interno delle parole chiave. Questo può essere un vantaggio nel posizionamento sui motori di ricerca. Ricordati però di scegliere un nome semplice, non troppo lungo cercando di evitare i trattini.

Il terzo approccio è il più creativo e qui puoi decidere di creare un vero e proprio brand. Puoi trovare diversi esempi di domini che puntano a nomi di brand famosi. Basta pensare ad Apple, Nike, CocaCola, ecc. In questo caso il lavoro si complica perché avrai bisogno di investire tempo e risorse per la promozione ma questo è un altro discorso.

Questi sono i consigli principali che ci sentiamo di darti per la scelta del nome. Ora passiamo invece a vedere come scegliere l’estensione del dominio. Ogni dominio come avrai potuto notare ha una propria estensione come .it, .com, net, ecc.

Devi rivolgerti ad un pubblico italiano? allora il .it è la scelta migliore se invece il tuo progetto online si rivolge ad un pubblico internazionale allora il nostro consiglio è registrare il .com mentre il .org è consigliato più per le associazioni oppure per gli enti no profit.

Ultimamente sono nate tantissime nuove estensioni ma se sei un libero professionista e il tuo obiettivo è raggiungere un pubblico italiano allora il consiglio è di scegliere un dominio .it o al massimo .com.

Commenti

Per qualsiasi dubbio o domanda, scrivi un commento qui sotto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.