Le Categorie e i TAG

Nel paragrafo precedente abbiamo visto la differenza tra articoli e pagine. Le pagine non appartengono a nessuna categoria mentre gli articoli devono essere necessariamente catalogati. WordPress garantisce un’ottima organizzazione ed archiviazione dei post, tutto questo è reso possibile grazie alla presenza delle cosiddette categorie.

Clicca questo pulsante se decidi di acquistare un pacchetto SiteGround.

Grazie mille

In questo tutorial ti facciamo una panoramica generale di cosa sono le categorie e i tag e come possono servirti nel tuo sito. Le categorie sono strumenti per organizzare i contenuti secondo regole tematiche. Immagina le categorie come dei contenitori. Ad esempio potresti decidere di suddividere i tuoi articoli in base a categorie come attualità, politica, cronaca, sport e via dicendo. Inoltre possono essere organizzate anche in sotto categorie.

Categorie con WordPress

All’interno delle categorie o sotto categorie devi inserire gli articoli che trattano quel determinato argomento. Questa gerarchia è apprezzata molto dai motori di ricerca ed è definita organizzazione a silos.

Categorie con WordPress

Per creare le categorie con WordPress è molto semplice. Dal pannello di controllo, alla voce Articoli, puoi accedere in Categorie. Nel campo Nome scrivi il nome della categoria mentre il campo Slug ti consigliamo di lasciarlo vuoto in quanto WordPress lo creerà automaticamente. In basso trovi Categoria genitore utile per creare una gerarchia di categorie ma questo aspetto lo vedremo più avanti.

Categorie con WordPress

Nel campo Descrizione invece puoi descrivere la categoria. Ti consigliamo di inserire del testo descrittivo perché comunica meglio ai tuoi lettori i contenuti della categoria e la posiziona meglio sui motori di ricerca.

Dopo aver compilato questi campi clicca sul pulsante Aggiungi una nuova categoria. A destra visualizzerai tutte le categorie create dove è possibile vedere il Nome, la Descrizione, lo Slug e il conteggio degli articoli presenti.

Inoltre è già presente una categoria dal nome uncategorized (categoria base) che WordPress crea automaticamente. Questa categoria non può essere rimossa ma solo modificata. Il nostro consiglio è di modificarla rinominandola con un nome a tua scelta.

Come ti dicevamo, le categorie possono avere anche una gerarchia. Ammettiamo il caso di voler creare una sotto categoria calcio scegliendo come genitore la categoria sport. La gerarchia può eventualmente servirti se hai molti articoli da catalogare e quindi avere un’organizzazione più precisa.

Per assegnare un articolo alla sua categoria di appartenenza lo puoi fare direttamente all’interno dell’articolo.

Inizia a prendere confidenza con le categorie perché ti permetteranno di dare un ordine al tuo blog rendendolo cosi più funzionale per i lettori e per i motori di ricerca. Detto questo, ora passiamo ai tag.

Come abbiamo visto, le categorie sono contenitori tematici in cui vengono inseriti gli articoli. Le categorie possiamo definirle dei contenitori verticali mentre i tag contenitori orizzontali. Il miglior modo per spiegartelo è attraverso un esempio. Facciamo finta di aver scritto molti articoli inseriti nelle categorie calcio, basket e tennis.

I TAG con WordPress

Un tag potrebbe esserti utile per raggruppare tutti gli articoli che parlano dello sport per bambini a prescindere dalla categoria. Per capirci quindi tutti gli articoli che parlano di calcio, basket e tennis per bambini.

Per raggruppare questi articoli puoi usare un tag che ti permette di associare articoli di diverse categorie accomunati da un argomento specifico. Per creare e gestire i tag devi semplicemente portarti sulla voce Articoli > TAG. Entrerai nel pannello di controllo che sarà molto simile a quello delle categorie.

Nel campo Nome puoi inserire il nome del tag, il campo Slug lascialo vuoto perché WordPress lo creerà automaticamente e nel campo Descrizione, volendo, puoi inserire un testo che descrive meglio il tag.

Compilati tutti i campi clicca il pulsante Aggiungi nuovo Tag. I tag possono essere modificati attraverso i pulsanti Modifica e Modifica rapida oppure essere cancellati cliccando su Elimina.

Dopo aver creato i tag puoi assegnarli direttamente all’interno dei tuoi articoli. L’uso dei tag è consigliabile quando hai molti articoli. Non creare tag inutili perché un loro utilizzo scorretto potrebbe causare problemi al sito nel posizionamento sui motori di ricerca. Ti consigliamo invece di utilizzare una buona classificazione verticale dei contenuti attraverso l’utilizzo delle categorie o al massimo di sotto categorie.

Commenti

Per qualsiasi dubbio o domanda, scrivi un commento qui sotto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.