Yoast SEO per posizionare un sito

L’obiettivo principale di tutti i siti è attirare visitatori. Non essere presenti sui motori di ricerca significa non esistere agli occhi dei tuoi potenziali utenti. In questo paragrafo vediamo il plugin Yoast SEO che ti aiuterà a posizionare il sito sui motori di ricerca.

La parola SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization che tradotto in italiano significa ottimizzazione per i motori di ricerca. Il plugin Yoast SEO, in poche parole, ti permette di impostare correttamente il sito per favorirne il posizionamento sui motori di ricerca.

Plugin Yoast SEO

Dopo averlo installato, nel menu di WordPress, ti comparirà una nuova etichetta chiamata SEO. Nella bacheca delle impostazioni Generali ti verranno segnalati eventuali problemi che il plugin individuerà sul tuo sito.

Nel tab Funzionalità puoi attivare/disattivare alcune caratteristiche del plugin. Ti consigliamo di lasciarle tutte attive. Analisi SEO e Analisi della leggibilità mostrano suggerimenti in tempo reale quando scriverai articoli. Un’altra funzionalità interessante è SiteMaps XML che permette di generare un file da comunicare successivamente a Google per indicizzare il sito. Questo aspetto lo vedremo meglio quando ti parleremo della Google Search Console.

Plugin Yoast SEO

Ryte Integrazione verifica giornalmente che il tuo sito sia indicizzabile dai motori di ricerca e notifica quando ciò non si verifica. Nel tab Strumenti per Webmaster puoi verificare la proprietà del sito ai diversi motori di ricerca ma questo lo vedremo più avanti.

Andiamo ora alla voce Aspetto della ricerca. Dal tab Generale puoi scegliere un simbolo da utilizzare come separatore del titolo. In poche parole, questo simbolo verrà visualizzato fra il titolo di ogni articolo e il nome del sito. Ti consigliamo di scegliere il trattino orizzontale o verticale.

Clicca questo pulsante se decidi di acquistare le nostre Risorse consigliate.

Grazie mille

Alla voce Knowledge Graph e Scherma.org puoi comunicare ai motori di ricerca la tipologia del tuo sito e scegliere tra Organizzazione o Persona. Successivamente devi compilare il nome e inserire il logo ciccando su Carica Immagine.

I tab Tipi di contenuto, Media, Tassonomie e Archivi sono funzionalità molto importanti quindi ti invitiamo a fare molta attenzione. In poche parole indicherai al plugin cosa indicizzare o meno sui motori di ricerca.

Nella sezione Tipi di contenuto, puoi scegliere quali tipi di contenuti indicizzare nei risultati di ricerca. Ti consigliamo di abilitare solo Articoli e Pagine e disabilitare tutto il resto. Nel tab Media ti consigliamo di lasciare attiva l’opzione per non rischiare di indicizzare pagine vuote.

Plugin Yoast SEO

Nel tab Tassonomie ti suggeriamo di abilitare le Categorie e disabilitare invece TAG e Formati. Questo permetterà di non indicizzare contenuti duplicati cosa non gradita ai motori di ricerca.

Anche nel tab Archivi, per non generare contenuti duplicati, ti consigliamo di disabilitare tutte le voci. Infine il tab Breadcrumbs puoi lasciarlo invariato perché lo potrai gestire direttamente dal tema.

Dopo aver visto le impostazioni del plugin, passiamo ora a vedere come utilizzarlo nella pratica creando un nuovo articolo dove potrai notare il nuovo box Yoast SEO. Con queste funzionalità sarà possibile personalizzare titoli, URL, meta descrizioni, ecc. In poche parole attraverso questo box puoi modificare il cosiddetto Snippet.

Plugin Yoast SEO

Lo Snippet è un frammento di codice, utilizzato dai motori di ricerca, composto dall’indirizzo, dal titolo e dalla descrizione. Queste informazioni sono importanti perché influenzano il tasso di apertura di ogni singolo articolo e vanno personalizzate correttamente.

Per farlo ti basta cliccare su Modifica snippet nel box Yoast SEO. Ricordati che puoi inserire un numero limitato di caratteri quindi scrivi una descrizione breve ed efficace.

Nel campo Frase chiave devi indicare la parola chiave con la quale posizionare l’articolo e il plugin ti indicherà quante volte è stata utilizzata nel testo. Infine, alla voce Analisi SEO ti verrà mostrato un elenco utile a migliorare il contenuto dell’articolo. Dopo aver apportato le correzioni consigliate i pallini rossi diventeranno verdi.

Plugin Yoast SEO

Queste modifiche le puoi fare anche nel tab Leggibilità affinché l’articolo sia più leggibile come ad esempio inserire elenchi puntati, dividere l’articolo in paragrafi oppure usare i TAG H2 e H3.

Ultimo tab è quello chiamato Social in cui personalizzare il titolo per Facebook e/o la descrizione.  In questo box devi associare l’immagine di anteprima (600x350px) da visualizzare quando l’articolo verrà condiviso su Facebook. Ricapitolando, consigliamo di utilizzare Yoast SEO perché ti permetterà di impostare correttamente il sito posizionandolo meglio sui motori di ricerca.

Commenti

Per qualsiasi dubbio o domanda, scrivi un commento qui sotto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.